Patologia da tormentone?
Radiografia dell’estate musicale 2019
Francesco Zago | 19 September 2019

L’estate 2019 è stata caldissima e le numerose novità musicali non hanno fatto altro che riscaldare ancora di più l’atmosfera, intasando le stazioni radio e le playlist anche di chi è solito ascoltare qualcosa di più ricercato. Dodici anni fa finiva l’era del Festivalbar (un lutto che molti ancora devono elaborare), e ormai a veicolare le hit estive ci pensano soprattutto YouTube e Spotify.

Inoltre un evento più unico che raro ha sconvolto il mondo della musica: né Ricky Martin né Enrique Iglesias hanno rilasciato singoli estivi. D’altra parte questa estate ha già il suo re portoricano, anche conosciuto come Daddy Yankee, che quest’anno grazie a Con Calma ha replicato il successo di due anni fa, quando con Despacito (insieme a Luis Fonsi) aveva conquistato il record di video più visto nella storia di YouTube. Anche DJ Snake ha riscosso molto successo grazie a Loco Contigo (feat. Tyga e J. Balvin).

Tuttavia la canzone dell’estate, per quanto riguarda la musica latinoamericana, è senza dubbio Calma, di Pedro Capò e Farruko. La calma sembra essere il leitmotiv quest’anno, d’altronde c’è sempre più bisogno di staccare la spina e le hit nominate finora servono proprio a questo.

Ariana Grande ha rilasciato Boyfriend, in seguito all’enorme successo dei singoli 7 Rings e Thank u, next. Allo stesso modo la giovanissima Billie Eilish ha scalato diverse classifiche con Bad Guy, svoltando positivamente la sua carriera. Tuttavia questo è sicuramente l’anno di Lizzo, attiva già da tempo e “riscoperta” da molti dopo il successo di Juice. Truth Hurts, si è candidata ai Teen Choice Awards nella categoria “migliora canzone estiva”, che è stata però vinta dalla coppia formata da Shawn Mendes e Camilla Cabello, grazie al sorprendente successo di Señorita. In merito alla trap c’è poco da dire: è senz’altro Old Town Road a conquistarsi il posto di miglior hit trap dell’estate e dell’anno. Un ibrido tanto azzardato quanto ben riuscito tra il country di Billy Ray Cyrus e la trap di Lil Nas X. Da qualche mese sono poi tornati i Jonas Brothers che hanno con molta nonchalance riscalato le classifiche mondiali, grazie principalmente al successo di Sucker. Ma andiamocene dal 2008 e chiudiamo i successi esteri con una canzone che in un primo momento ha lasciato tutti perplessi: si tratta della canzone che segna il ritorno di Madonna, che insieme a Maluma ha presentato Medellin, particolare e diversa rispetto alla maggioranza delle canzoni estive (d’altronde la regina del pop non potrebbe risultare mai banale).

In Italia invece l’estate ha un solo nome, o meglio, due: Takagi e Ketra. Sono ovunque, a partire dai Boomdabash (di cui Ketra fa parte) e il loro movimentato Mambo Salentino (feat. Alessandra Amoroso). Poi i loro successi in duo: Jambo (feat. Giusy Ferreri e OMI) che conquista con i ritmi africani, per non parlare di Tequila e San Miguel con una rinnovata Loredana Bertè, sempre più grintosa. Ma Takagi e Ketra hanno prodotto anche il rap dell’estate: Tijuana di Emis Killa, Ostia Lido di J-Ax, Margarita di Elodie e Marracash, Una Volta Ancora di Fred de Palma e Ana Mena. Sul fronte trap hanno preso parte alla hit Turbococco, di Ghali.

Tra tutte le collaborazioni però, la più azzeccata è stata senz’altro Calypso, di Sfera Ebbasta, Fabri Fibra e Mahmood: unione riuscita di trap, rap e pop. Achille Lauro sorprende con 1969, confermando una contaminazione rock già avviata in Rolls Royce. Torna Elettra Lamborghini, con Tocame (feat. ChildsPlay e Pitbull) e Fanfare (feat. Gue Pequeño), confermandosi una “twerking queen” molto carismatica.

Anche il fronte indie-pop riesce a sfornare dei successi, partendo da Calcutta e il suo Sorriso, per passare ai The Giornalisti, forti del successo degli ultimi anni: Maradona Y Pelé è infatti una delle hit più suonate dell’estate. Liberato presenta invece un progetto a dir poco strabiliante: Capri Rendez-Vous, cinque videoclip che in cui il cantautore napoletano narra una storia che mescola tradizione napoletana, amore e musica. Estratta dal progetto, Oi Marì è sicuramente tra i pezzi migliori usciti negli ultimi mesi. Nel pop vero e proprio ci sono Benji e Fede con la loro Dove e Quando, Playa di Baby K, Arrogante di Irama, orecchiabilissime. La Nuova Era di Jovanotti, che si conferma essere instancabile, non può che chiudere la lista, emblema delle tante novità di questa stagione musicale, che sicuramente continuerà a farci compagnia ancora per qualche settimana, tentando di non far finire del tutto l’estate.

Commenti
SEGUICI CON
pagina Facebook pagina Twitter