Attualità
Festa della Mamma 2021, l’Azalea della Ricerca AIRC nelle piazze e online
Oggi 9 Maggio 2021 tornerà ad essere distribuito il fiore della ricerca che sarà possibile ordinare anche su Amazon
Alice Grifoni | 9 May 2021

Oggi 9 Maggio, compatibilmente alle locali misure di contenimento anti-Covid, i volontari AIRC tornano nelle piazze di tutta Italia per distribuire l’Azalea della Ricerca, fiore simbolo della salute e della lotta contro i tumori femminili (affiancata da una guida contenente informazioni su prevenzione e cura dei tumori e con diverse ricette da dedicare alla mamma), a fronte di una donazione di 15 euro. Inoltre, come l’anno scorso, sarà possibile ordinare le piantine di azalea su Amazon dove, chiunque ne abbia la possibilità, potrà aggiungere un contributo di 5, 10, 20 o 30 euro.  

La campagna dell'AIRC

Questa iniziativa ha permesso ad AIRC, in 37 anni, di raccogliere oltre 275 milioni di euro a sostegno delle ricerche oncologiche condotte dai migliori scienziati che dal 1965 cercano di rendere il cancro sempre più curabile ininterrottamente, impegnandosi per contrastarne tutti i tipi che l’anno scorso, in Italia, hanno colpito 1 donna su 3 (complessivamente circa 182.000 donne). Il cancro al seno è il più diffuso, ogni anno colpisce circa 55.000 donne, ma è anche il tumore per il quale negli ultimi anni gli scienziati hanno ottenuto i risultati migliori, “portando la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi a crescere fino a circa l’87%” ci dice il sito dell’AIRC. Resta comunque tanta la strada da fare per le forme più aggressive come per il tumore al seno triplo negativo o per il carcinoma mammario metastatico.
In questi ultimi anni stiamo assistendo anche ad un aumento dell’incidenza, nella popolazione femminile, del tumore del colon-retto e del tumore del polmone causato per l’85- 90% dal fumo.  

Fin troppe donne combattono ogni giorno contro questa malattia; troppe donne devono trovare la forza per continuare questa battaglia, ma non sono sole: con 15 euro possiamo aiutarle, sostenendo il lavoro di migliaia di ricercatori che rappresentano l’unica possibilità per combattere il cancro. 

Commenti