Borsellino, 27 anni fa la strage di via D’Amelio. Il ricordo degli studenti
Il 19 luglio del 1992 una Fiat 126 imbottita di esplosivo veniva fatta saltare in aria sotto la casa della madre del magistrato...
R.C. | 19 July 2019

Sono passati 27 anni da quel 19 luglio 1992. Ventisette anni dalle immagini che tutta l’Italia ha impresse nella memoria: cinquantasette giorni dopo la strage di Capaci, in cui moriva il giudice Giovanni Falcone insieme alla moglie e agli agenti della scorta, in via D’Amelio a Palermo una Fiat 126 imbottita di esplosivo veniva fatta saltare in aria davanti alla casa della madre del giudice Paolo Borsellino.

Questo il ricordo degli studenti che stanno partecipando in questi giorni alla summer school di giornalismo organizzata dall’Agenzia Dire a Catania, pronti a raccontare il proprio sentimento nei confronti del giudice, ucciso insieme agli agenti di scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina.

Video
Commenti